Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Aumento allarmante di morbillo e pertosse: ecco i dati e le cause

il 2024 ha visto un'impennata nei casi di morbillo e pertosse in Europa, collegata alla riduzione delle vaccinazioni. Gli esperti spiegano le conseguenze.
  • Nel periodo tra marzo 2023 e febbraio 2024, i casi di morbillo sono aumentati di 60 volte nella regione europea dell'OMS.
  • In Italia, da gennaio a marzo 2024, sono stati registrati 213 casi di morbillo, con l'88% dei contagiati non vaccinati.
  • Nei Paesi dell'UE e dello Spazio Economico Europeo, i casi di pertosse sono decuplicati tra il 2023 e aprile 2024, raggiungendo quasi 60.000 casi.
  • In Alto Adige, nei primi sei mesi del 2024, i ricoveri ospedalieri per pertosse sono aumentati di 800%.

Il 2024 ha visto un preoccupante aumento dei casi di morbillo e pertosse, due malattie infettive che possono avere conseguenze gravi, specialmente per i soggetti fragili. I dati provenienti dal Centro europeo di prevenzione e controllo delle malattie (ECDC) e dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) parlano chiaro: l’aumento dei contagi è strettamente legato alla riduzione delle vaccinazioni, che riguarda tutte le fasce d’età. L’auspicata immunità di comunità, garantita da una copertura vaccinale adeguata, non si concretizza, permettendo alle infezioni di circolare liberamente e mettendo a rischio i soggetti più vulnerabili.

Il Morbillo: Una Minaccia Rinnovata

Il morbillo è una malattia infettiva esantematica acuta, caratterizzata da sintomi simili a quelli di un raffreddore, febbre alta e un’eruzione cutanea. Sebbene la maggior parte delle persone guarisca entro due-tre settimane, il decorso della patologia può essere grave o addirittura mortale. Prima dell’introduzione del vaccino negli anni ’60, le epidemie di morbillo si verificavano ogni due o tre anni, causando circa 2,6 milioni di morti ogni anno.

Secondo i dati dell’ECDC, nella regione europea dell’OMS, negli ultimi due anni i casi di morbillo sono aumentati di 60 volte. Tra marzo 2023 e fine febbraio 2024, sono stati segnalati almeno 5.770 casi di morbillo, con almeno 5 decessi. Il rischio è particolarmente elevato per i bambini con meno di un anno e per i soggetti fragili e immunocompromessi che non possono ricevere il vaccino. Il morbillo si diffonde velocemente e per interrompere la trasmissione è essenziale una copertura vaccinale di almeno il 95% della popolazione.

In Italia, dal 1 gennaio al 31 marzo 2024, sono stati registrati 213 casi di morbillo. L’88% dei contagiati non era vaccinato al momento dell’infezione. Tra questi, 56 casi (pari al 26,3%) hanno riportato una complicanza: 23 persone hanno sofferto di polmonite e un giovane adulto non vaccinato ha sviluppato l’encefalite.

La Pertosse: Una Minaccia Silenziosa

La pertosse è una malattia infettiva altamente contagiosa che colpisce principalmente i bambini sotto i 5 anni. È causata dal batterio Bordetella pertussis, che provoca infezioni delle vie respiratorie gravi. La caratteristica principale della pertosse è una tosse persistente che può diventare parossistica e associarsi a difficoltà respiratorie.

Nei bambini piccoli, le complicazioni gravi possono includere sovrainfezioni batteriche che portano a otiti, polmoniti, bronchiti, crisi convulsive ed encefaliti. Nei neonati e nei bambini con meno di un anno, la pertosse può essere mortale. Secondo l’ECDC, i casi di pertosse nei Paesi dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo sono decuplicati nel 2023 e 2024 rispetto al 2022 e 2021. Nel periodo tra il 2023 e aprile 2024, nel continente sono stati registrati quasi 60.000 casi.

In Italia, da gennaio a maggio 2024, sono stati registrati 110 casi di pertosse, con 15 ricoveri di piccoli lattanti in terapia intensiva e il decesso di tre neonati. In Alto Adige, nei primi sei mesi dell’anno, i servizi medici hanno registrato più di 100 casi di questa malattia contagiosa, con un aumento dell’800% dei ricoveri ospedalieri rispetto all’anno precedente.

L’Appello dei Medici: Vaccinarsi è Fondamentale

La Società Italiana dei Medici di Medicina Generale e delle Cure Primarie (SIMG) e la Società Italiana di Pediatria hanno lanciato un appello alla vaccinazione. I numeri preoccupanti sulla diffusione di morbillo e pertosse raccomandano fortemente le vaccinazioni per i bambini e per gli adulti non coperti. Alessandro Rossi, Presidente della SIMG, sottolinea l’importanza delle vaccinazioni sia a livello personale che collettivo.

Il richiamo vaccinale contro il morbillo è indicato per il personale sanitario, i pazienti fragili e le donne che programmano una gravidanza. Per la pertosse, ogni dieci anni, l’adulto deve sottoporsi a una dose triplice di vaccino contro difterite-tetano-pertosse. La pertosse, in particolare, provoca gravi rischi per i neonati, i pazienti cardiopatici, quelli con malattie respiratorie gravi e i diabetici. Il rischio di confondere la patologia con una tosse prolungata è elevato, sottovalutando così le pericolose conseguenze.

Bullet Executive Summary

La situazione attuale evidenzia l’importanza cruciale delle vaccinazioni per prevenire malattie infettive come il morbillo e la pertosse. La riduzione delle coperture vaccinali ha portato a un aumento significativo dei casi, mettendo a rischio soprattutto i soggetti più fragili. È fondamentale che la popolazione aderisca ai programmi di vaccinazione per garantire un’immunità di comunità efficace e proteggere così l’intera collettività.

*Nozione base di farmaceutica: I vaccini sono preparati biologici che forniscono immunità acquisita attiva contro una specifica malattia infettiva. Essi contengono agenti simili ai microrganismi che causano la malattia e stimolano il sistema immunitario a riconoscerli e combatterli.

Nozione avanzata di farmaceutica:* La vaccinazione di massa è una strategia di salute pubblica che mira a raggiungere l’immunità di gregge, riducendo così la diffusione di malattie infettive. L’immunità di gregge si verifica quando una percentuale sufficientemente alta della popolazione è immune, interrompendo la catena di trasmissione dell’agente patogeno.

In conclusione, riflettere sull’importanza delle vaccinazioni è essenziale per comprendere come la prevenzione sia la chiave per evitare epidemie e proteggere la salute pubblica. La vaccinazione non è solo un atto di protezione personale, ma un gesto di responsabilità collettiva.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *